Statistiche web

Pubblicazioni 2014

North West Rail Link: il maggiore progetto infrastrutturale di trasporto pubblico in Australia
09.11.2014 – Con un costo di 8,3 miliardi di dollari, è in costruzione a Sydney la North West Rail Link, il progetto della nuova linea metropolitana, operativa dal 2019. 4 TBM (Tunnel Boring Machine) realizzeranno, a 29 m di profondità, 15 km di tunnel doppi (diametro interno di 6 m) asportando 2,8 milioni di tonnellate di roccia. (Image credit: Transport for NSW)www.nwrail.transport.nsw.gov.au
 
Rischio sismico: divulgare informazioni autorevoli
26.09.2014 – Nell’articolo The Establishment of an Operational Earthquake Forecasting System in Italy pubblicato su “Seismological Research Letters”, ricercatori dell’INGV illustrano le potenzialità della previsione operativa dei terremoti, evidenziando il ruolo fondamentale degli scienziati nel complesso processo decisionale: garantire protezione alla popolazione, fornendo informazioni rigorose sul rischio sismico a tutti i soggetti implicati. (Image credit: CHRISTIANO CHIODI/epa/Corbis)
 
INGV: ISIDe, mappe interattive sulla sismicità
22.06.2014 – ISIDe (Italian Seismological Instrumental and parametric Data-basE) è uno strumento interattivo che dal 2005 fornisce i parametri dei terremoti ottenuti integrando i dati provenienti da localizzazioni effettuate in tempo quasi-reale con i dati del Bollettino Sismico Italiano. L’obiettivo è fornire un’informazione verificata sulla sismicità corrente appena essa si renda disponibile, insieme con l’informazione aggiornata sulla sismicità passata. (Image credit: ISIDe)iside.rm.ingv.it
 
In fase di realizzazione l’Eurasia Tunnel Project
19.06.2014 – Con un costo di circa 1,3 miliardi di dollari, l’Eurasia Tunnel (Istanbul Strait Road Tube Crossing Project) collegherà la sponda europea della città di Istanbul con quella asiatica, consentendo il collegamento tra i 2 continenti in circa 15 minuti, a fronte degli attuali 100 minuti. Con una lunghezza di circa 14,6 km, di cui 3,4 km sotto il livello del mare, attraverserà lo stretto del Bosforo ad una profondità di 25 metri. (Image credit: Eurasia Tunnel)www.eurasiatunnel.com
 
Sensori sottomarini per prevedere i terremoti
16.05.2014 – Sismologi dell’University of California a Santa Cruz, nell’articolo pubblicato su Science Recognizing Foreshocks from the 1 April 2014 Chile Earthquake, propongono che potrebbe essere possibile identificare i segnali precursori dei terremoti realizzando una rete di sensori sottomarini in grado di inviare dati in tempo reale, ma anche migliorando gli attuali modelli di studio, per riconoscere in anticipo gli indizi premonitori di eventi sismici violenti. (Image credit: Science)
 
I terremoti più violenti dalle faglie più antiche
02.05.2014 – É il risultato emerso dallo studio di un team di ricerca tedesco studiando la North Anatolian Fault Zone in Turchia, una faglia originatasi 12 milioni di anni fa. Questo dato fornisce ai sismologi uno strumento ulteriore per migliorare le stime della pericolosità sismica nelle regioni a rischio. La ricerca “Fault-Zone Maturity Defines Maximum Earthquake Magnitude” è stata presentata alla Seismological Society of America. (Image credit: Mike Norton)www.seismosoc.org
 
In costruzione la struttura della Kingdom Tower
27.04.2014 – Iniziati a Jeddah (Arabia Saudita) i lavori di costruzione della struttura di elevazione, sulle fondazioni già realizzate, della Kingdom Tower, l’edificio che, con un’altezza di oltre 1.000 m, diventerà entro il 2018 il grattacielo più alto del mondo. Con un costo stimato di 1,2 miliardi di dollari, la forma dell’edificio è stata pensata per ridurre al massimo il carico aerodinamico del vento sulla struttura – (Image credit: AS + GG Architecture)kingdomtowerskyscraper.com
 
É ancora attivo un tratto della faglia del Belice
20.04.2014 – Utilizzando dati dai satelliti radar e GPS degli ultimi tre anni, ricercatori dell’INGV e delle Università di Palermo, Catania e Napoli, hanno accertato che un tratto della faglia del Belice mostra evidenti segni di movimenti recenti legati a effetti co-sismici o a lente deformazioni legate a fenomeni di scorrimento. Lo studio è presentato sul Journal of Geodynamics nell’articolo Geodetic and geological evidence of active tectonics in south-western Sicily (Italy). (Image credit: INGV)
 
On-line l’Archivio Accelerometrico Italiano 2.0
04.03.2014 – L’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha pubblicato sul web ITACA (ITalian ACcelerometric Archive) 2.0, la nuova versione dell’Archivio Accelerometrico Italiano: contiene circa 7.500 forme d’onda a tre componenti discendenti dai circa 1.200 terremoti con magnitudo superiore a 3 rilevati fra il 1972 ed il 2013. ITACA 2.0 è stato realizzato mediante il coordinamento dell’INGV di Milano in accordo tra INGV, DPC e l’infrastruttura EPOS – itaca.mi.ingv.it
 
SIGRIS, per la gestione del Rischio Sismico
19.02.2014 – SIGRIS (Sistema di osservazione spaziale per la Gestione del Rischio Sismico) è un Progetto Pilota dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) il cui obiettivo è quello di definire, sviluppare e dimostrare in modo pre-operativo una serie di funzionalità, basate sull’uso del dato di Osservazione della Terra, finalizzate al supporto alle decisioni nella gestione del rischio sismico. Il sistema dovrà avere caratteristiche tali da poter essere utilizzato dal Dipartimento della Protezione Civile
 
Realizzate le fondazioni della Kingdom Tower
13.02.2014 – Sono state completate le fondazioni della Kingdom Tower, il grattacielo in fase di realizzazione a Jeddah (Arabia Saudita), che a lavori ultimati avrà un’altezza superiore ai 1.000 m, diventando l’edificio più alto del mondo. Esse consistono in due palificate per complessivi 270 pali trivellati, aventi un diametro compreso tra 1,5 e 1,8 metri: 70 pali con una lunghezza di 109 m e 200 pali con una lunghezza di 90 m. (Image credit: BAUER Group)kingdomtowerskyscraper.com
 
MASSIMO, a difesa del patrimonio calabrese
15.01.2014 – Il Progetto MASSIMO ha l’obiettivo di studiare la risposta alle sollecitazioni sismiche locali del patrimonio monumentale architettonico calabrese, valutando quantitativamente i possibili effetti di terremoti su siti di interesse. Il Progetto si propone di fornire alle istituzioni locali competenti le linee guida necessarie per la mitigazione del rischio sismico ed il monitoraggio dello stato di conservazione dei beni architettonici – openmap.rm.ingv.it/ponmassimo